Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 30€
La mia make up artist

La mia make up artist

Come scegliere il correttore giusto

Come scegliere il correttore giusto

Se dovessi pensare a dei prodotti di make up essenziali che non possono mancare nel beauty di ogni donna, tra questi ci sarebbe assolutamente il correttore. Fedele alleato di noi donne, il correttore è un asso nella manica che può coprire piccole imperfezioni e nascondere i segni della stanchezza, ma va scelto nel modo giusto altrimenti può avere l’effetto contrario, ovvero quello di risultare più evidente, mettendo in luce eventuali piccoli difetti.

Di correttori ne esistono tantissimi in commercio: non solo le colorazioni sono diverse, ma varia anche la consistenza, e di fronte a questa enorme varietà di prodotti, la scelta può spesso risultare complicata. Di seguito troverai una serie di informazioni utili per capire a fondo l’utilizzo delle diverse tipologie di correttore. Se seguirai attentamente tutti i consigli contenuti in questo articolo non potrai più sbagliare: la scelta del correttore sarà un gioco da ragazzi!

Correttore: quale consistenza scegliere?

Il nostro viso è formato da aree diverse in cui la pelle ha una consistenza differente, e questo è una delle prime caratteristiche di cui dobbiamo tenere conto quando scegliamo un correttore.

Per l’area degli occhi, in cui la pelle è più sottile e delicata, è maggiormente indicato un correttore liquido, dalla texture idratante. Il correttore in stick invece ha una formula più consistente e corposa e un alto potere coprente, quindi è l’ideale per coprire piccole imperfezioni sul resto del volto. Se la sua consistenza è cremosa è perfetto per minimizzare macchie e cicatrici, se invece la sua consistenza è secca, è indicato per nascondere i brufoli.

Come scegliere il colore del correttore

Esistono molteplici tonalità di correttori, da quelli più classici e diffusi nella palette del beige e nude, fino ad arrivare a correttori verdi, gialli e violacei. Il principio con cui scegliere la giusta tinta di correttore è quello della ruota dei colori. Il trucco sta nello scegliere una nuance di correttore complementare rispetto a quella della zona da trattare (occhiaie, brufoli, macchie).

Ecco nello specifico a cosa servono le diverse tinte di correttori:

  • La gamma del giallo nasconde le occhiale tendenti al viola.
  • Le nuance beige sono perfette per camuffare le occhiaie tendenti al rosa e al rosso.
  • Le tonalità aranciate vanno utilizzate sulle occhiaie bluastre, e sono utili anche per coprire lividi o ematomi.
  • Il correttore verde neutralizza i rossori: quindi va applicato su piccoli brufoli, capillari e arrossamenti localizzati.
  • Il correttore viola o lilla è l’ideale per illuminare un volto dal colorito spento e tendente al giallo.
  • Il color pesca si utilizza per neutralizzare le occhiaie marroni.
  • Il rosa è efficace nel combattere i segni della stanchezza e illuminare il volto.

Come applicare il correttore in maniera corretta

La prima regola che devi tenere a mente è di non abbondare: eccedere con il prodotto potrebbe creare uno strato troppo spesso e quindi visibile. Per applicare al meglio il correttore, prelevane una piccola quantità: ma ricordati di non stenderlo; picchiettalo delicatamente sulla zona interessata fin quando non si sarà uniformato. Per assicurare la tenuta del correttore fissalo con un velo di cipria.

Spero che questo articolo sul correttore abbia fatto chiarezza e possa aiutarti a scegliere quello giusto per te senza ulteriori dubbi!

Di Fabrizia Spinelli
Fabrizia Spinelli
Fabrizia Spinelli

Beauty blogger

Classe ’86, Donna, mamma, appassionata di moda e beauty, Fabrizia crea contenuti digitali per comunicare le sue passioni e le sue emozioni e attraverso il web. Insegue i suoi sogni con un piede sulle nuvole, ed un altro ben piantato a terra: è una sognatrice e una persona molto realista allo stesso tempo.

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perderti nessun aggiornamento!

Inserisci la tua email

Freeage by 1 classe