La mia make up artist

La mia make up artist

Monica Guidi
Monica Guidi - Make up artist

Monica Guidi
Make up artist

Beauty Coach, Make up artist, Guest televisiva, Formatrice per aziende e privati. Da circa 15 anni aiuta il suo pubblico a valorizzare il proprio aspetto esteriore, senza mai tradirne l'autenticità. Le sue abilità professionali sono state riconosciute nel mondo della moda, della televisione e della pubblicità e oggi i suoi lavori sono apprezzati su magazine nazionali e internazionali.

Strobing, la nuova luminosa tendenza make up

Strobing, la nuova luminosa tendenza make up

Amanti del contouring, se fino a qualche tempo fa avete scolpito e impreziosito il viso con la tecnica del chiaro scuro, accentuando le ombre naturali in modo pittorico, da oggi potrete rendere più luminoso il viso con la tecnica dello strobing. Utilizzata dai make-up artist professionisti per enfatizzare i punti luce donare maggiore radiosità al volto, senza utilizzo di ombreggiature.

Cos’è lo strobing?

L’effetto strobing è una tecnica che va a creare dei punti luce sul viso, utilizzando prodotti illuminanti, che hanno la funzione di rendere più sporgenti alcune aree del volto, come lo zigomo, le sopracciglia, il dorso del naso, il mento, le  tempie, l’arco di cupido. Non dovendo più ombreggiare altre parti del viso, come nel contouring, è una tecnica molto più pratica, per chi è alle prime armi o non ha molta confidenza con la volumetria del viso.

Senza ombreggiature, l’effetto finale che si ottiene è quello di un make-up luminoso, molto naturale, che dona immediatamente una freschezza al viso.

Come si fa lo strobing?

Dopo aver applicato il primer, il fondotinta e il correttore, utilizzate un prodotto illuminante capace di creare un effetto strobing. Per realizzare questa operazione potrete utilizzare il correttore illuminante, Diamond Touch, perfetto per dare luce immediata al contorno occhi e mascherare le imperfezioni, dando altresì risalto al viso. La sua texture impalpabile contiene un esclusivo mix di microperle multi-riflettenti, ad effetto tridimensionale, che amplifica il potere illuminante e leviga otticamente l’epidermide. 

Come seconda alternativa, per gli amanti dell’effetto glowing, si consiglia lombretto in crema Water Shock 1C. Si tratta di un prezioso ombretto illuminante in crema, color perla, perfetto per creare punti luce sulle zone di rilievo del viso, quali zigomi, dorso del naso, arcata sopraccigliare, contorno labbra e mento. La speciale tecnologia innovativa, impalpabile, sensoriale e sfumabile, unisce il comfort di una crema e la leggerezza di una polvere. Il risultato è una luce immediata sul volto, che risulta subito più giovane e disteso. Iniziate a picchiettare l’ombretto sullo zigomo sfumando il prodotto in direzione delle tempie. Applicatelo, poi, sotto l’angolo sopraccigliare che otticamente sembrerà subito più alto. 

Se desiderate correggere otticamente un naso troppo largo, si può creare un effetto di restringimento del naso applicando l’illuminante lungo il dorso, creando un effetto lamina: così facendo si otterrà una correzione ottica del naso, che apparirà subito meno largo. Applicate infine il Water Shock 1C anche sull’arco di cupido, per dare maggiore volume alle labbra e concludete il make-up passando della cipria, ritoccando nuovamente l’illuminante nel centro del viso.

Attenzione però lo strobing non valorizza:

  •       le pelli oleose, che tendono a lucidarsi di frequente;
  •       le pelli caratterizzate da pori dilatati: in questo caso è meglio optare per prodotti opachi, che distolgono l’attenzione dal problema;
  •       i visi troppo tondi: in questo è sempre caso meglio il contouring;
  •       le pelli segnate dal tempo.

Adesso non vi rimane che cimentarvi nella realizzazione!

di Monica Guidi - Make up artist

Rispondi

* Nome:
* E-mail: (Non Pubblicato)
   Website: (Site url withhttp://)
* Commento: