Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 30€

Il rosso nell’armocromia: a chi sta bene?

Il rosso è un colore dal grande fascino e con molta personalità; una tinta esuberante e femminile, sexy e sfrontata, che spesso può sembrare difficile da indossare.

Un abito, un total look rosso, ma anche un semplice accessorio di questo colore, sono in grado di attirare l’attenzione su di sé, donando sicurezza e charme a chi li indossa. Ma queste sensazioni di vitalità e energia vengono comunicate, e percepite nella maniera corretta, se sarai in grado di scegliere la tonalità di rosso giusta.

Con i colori decisi infatti non è difficile cadere in errore, proprio per questo prima di indossarli bisogna prestare attenzione a quale sfumatura scegliere. Per capire quali tonalità di una stessa palette si addicono di più ai nostri colori, dobbiamo fare riferimento all’armocromia.

Grazie all’analisi del colore, l’armocromia ci suggerisce come scegliere le nuance che ci valorizzano e ci fanno apparire al meglio, da abbinare ai colori di pelle, occhi e capelli. Per farlo, l’armocromia usa la teoria delle quattro stagioni: ogni stagione ha una luce diversa con cui colora il paesaggio. Studiando la somiglianza dei propri colori naturali con quelli delle stagioni, si individua la palette di colori più adatta.

Ad ognuna la sua tonalità di rosso

Il primo elemento chiave da prendere in esame per capire quale tonalità di rosso scegliere è il sottotono. Se il tuo sottotono è caldo, saranno i rossi caldi a donarti maggiormente (ad esempio il rosso pomodoro o le tonalità di rosso tendenti all’arancio); se invece il tuo sottotono è freddo, devi orientarti su sfumature di rosso fredde, come il bordeaux, o il ciliegia.

Altro elemento importante da tenere in considerazione è il colore dei capelli:

  • Se sei rossa, ramata, o castana media, con carnagione dorata devi puntare su toni come il borgogna, il vermiglio, il terracotta; rossi quasi aranciati, tendenzialmente caldi.
  • Se sei bruna e hai la carnagione chiara starai benissimo con rossi freddi come il lampone, il bordeaux, il ciliegia o rosso tendente al fucsia.
  • Se sei bruna e hai la carnagione olivastra le tue tonalità di rosso sono il vinaccia, il bordeaux e il cremisi.
  • Se sei bionda o hai i capelli chiari e l’incarnato roseo, avrai il massimo del risultato con rossi freddi e spenti come il melograno, il malva e il rosso ciclamino.
  • Se sei bionda o hai i capelli chiari e la carnagione tende al pesca o è ambrata, orientati su nuance calde e brillanti come il pesca, il corallo, l’arancio.

Sai già a quale stagione appartieni secondo l’armocromia? Scopri tutte le caratteristiche della donna Autunno, Inverno, Primavera, Estate.

Tutti i segreti per realizzare un make up bon ton

Seguire i trend del momento e sperimentare con il make up può essere molto divertente. Ma se in alcune occasioni speciali vogliamo puntare su un make up d’impatto, ci sono altri giorni invece, in cui preferiamo un trucco discreto: in questo articolo ti spiego quindi come realizzare un make up bon ton. Il make up bon ton è ovviamente sobrio e delicato, la sua forza consiste nel regalare al volto un aspetto fresco e luminoso.Per ottenere un beauty look bon ton è importante puntare su un trucco discreto che possa valorizzare la naturale bellezza del viso, esaltando sguardo e sorriso.

La base per un trucco bon ton

La chiave per ottenere un effetto luminoso e fresco è dedicare la giusta cura alla realizzazione della base. Questo è il segreto per rendere il colorito sano e radioso. Il primo prodotto da utilizzare è Radiance, primer ultraleggero e illuminante da stendere sul viso per dare luce e vitalità all’incarnato. Già dopo questo primo step il viso avrà un aspetto più fresco e riposato.

È molto importante scegliere con attenzione il fondotinta, la cui tonalità deve adattarsi perfettamente a quella naturale dell’incarnato, e che deve avere una texture leggera e discreta, in grado di fondersi con la pelle in maniera armoniosa. Una soluzione ancora più discreta ma di grande effetto è la Magic Cream, in grado di avvolgere la pelle con un velo di colore impercettibile, ma allo stesso tempo luminoso. La sua texture leggera riesce a fondersi in maniera perfetta e delicata con l’incarnato creando un effetto radioso e omogeneo, pur restituendo un’immagine in apparenza non truccata.

Colori tenui e delicati

Una volta creata la base, enfatizza gli zigomi con un tocco leggero di blush come il Cheeks. Anche in questo caso presta molta attenzione alla nuance che utilizzerai: preferisci tinte molto tenui come il rosa pesca o il rosa opaco. Se desideri dare un pò più di tridimensionalità al volto, sfuma con un pennello della terra illuminante all’altezza degli zigomi.

Delicatezza è la parola d’ordine anche per la bocca e gli occhi. Per quanto riguarda le labbra a te la scelta tra rossetto e gloss, a patto che sia ultra leggero e in una colorazione tenue, l’ideale è una delle colorazioni soft del Vynil Lip Gloss. Per un grande effetto puoi utilizzare un rossetto luminoso, come il Lip Stain 01.

Intensifica lo sguardo con un mascara volumizzante, l’Excess saprà definire le ciglia già dalla prima passata, e poi accendilo con un velo d’ombretto, cercando sempre di orientarti su colori chiari e pallidi, perfetti ad esempio sono i toni del nude. Per rendere i tuoi occhi magnetici, puoi ricorrere a un ombretto leggermente più scuro, da usare con parsimonia e da applicare e sfumare solo nell’angolo esterno dell’occhio per allungarlo in maniera delicata e molto leggera.

Come avrai capito, un ruolo molto importante è giocato dalla palette dei colori utilizzati: saranno proprio le nuance scelte a comunicare la tua raffinatezza e la tua attitudine al bon ton. Adesso che il gioco è fatto, per accentuare l’allure bon ton creata con il make up, indossa uno smalto trasparente o nude, prova a pettinare i capelli realizzando un raccolto (basso o alto) e magari indossa un filo di perle!

Il nero nell’armocromia: a chi sta bene?

Siamo abituate a considerare il nero un jolly, un vero passe-partout con cui vestirci in ogni occasione. Apprezziamo questo colore per la sua capacità di snellire la figura, e per quella allure di eleganza che riesce a dare ad ogni look. Il nero è amatissimo da molte donne perché apparentemente semplifica la vita: è un colore ricercato e raffinato e sta bene con tutto.

Un look total black può risultare molto rassicurante per chi lo indossa, così come un trucco occhi nero. Siamo abituate a pensare che “con il nero non si sbaglia mai”, ma la verità è che questo colore non è una scelta sempre vincente. Proprio come tutti gli altri colori, anche il nero non sta bene proprio a tutte.

Vuoi scoprire se il nero ti dona oppure no? Di seguito ti spiego come per capirlo.

Cos’è l’armocromia?

Avrai sentito sicuramente parlare di armocromia, questa disciplina ci insegna che non tutti i colori sono giusti per ognuna di noi, ma che per ogni persona è possibile individuare una palette di colori che vanno d’accordo e esaltano le sue caratteristiche naturali. Questo è possibile prendendo in esame il colore della pelle, degli occhi e dei capelli: è in base alla combinazione di questi tre valori che l’armocromia identifica una serie di tonalità in grado di valorizzare ciascuna tipologia di incarnato e di far emergere la bellezza esteriore di ognuna di noi.

Questa scienza divide le persone, in base alle caratteristiche dell’incarnato, in quattro gruppi chiamati stagioni.

Ogni stagione è formata da 4 sottogruppi, e a ognuno di essi corrisponde una palette di colori in grado di esaltare la sua naturale bellezza. Essendo ogni gruppo diverso dall’altro per caratteristiche, è impensabile che esista un colore in grado di valorizzarli tutti.

Il nero: un colore che non sta bene a tutte

Che il nero doni a tutte è un falso mito, e una volta compreso che questo colore non può valorizzare ogni persona, bisogna individuare quali sono le stagioni che possono indossarlo con successo.

Questo colore freddo, scuro e intenso esalta le donne che hanno queste stesse caratteristiche cromatiche. Il primo fattore da prendere in esame se si vuole indossare il nero, è il sottotono della pelle, che deve essere freddo. Capelli e occhi però devono essere intensi e avere un valore scuro.

Se appartieni alla stagione inverno o estate, puoi indossare il nero e i tuoi colori naturali verranno esaltati da questa tinta, se invece appartieni alla sfera dei colori caldi, il nero non fa per te. Ma se proprio non riesci a rinunciare a questo colore, cerca almeno di non accostarlo in maniera diretta al viso, ma di indossarlo senza farlo entrare in contrasto con i tuoi colori naturali.

Un’altra tipologia di persone che stanno benissimo con il nero sono quelle con un grande contrasto tra capelli, occhi e pelle.

Come realizzare un trucco no transfer a prova di mascherina

Nell’ultimo anno la mascherina è entrata a far parte della nostra quotidianità, e con molta probabilità dovremmo continuare a conviverci. Proprio come noi, il nostro make up si deve adeguare a questo cambiamento: in modo da essere accattivante quando indossiamo questa protezione, e perfetto anche quando la togliamo.

Mascherina: come ha influito sul make up

Quando indossiamo la mascherina l’attenzione si sposta inevitabilmente sullo sguardo, quindi il make up occhi deve essere sempre ben curato. Ma oltre ad aver cambiato il punto di focus sul nostro volto, l’utilizzo delle mascherine ha creato una nuova necessità rispetto alle proprietà dei prodotti che utilizziamo per truccarci quotidianamente. La caratteristica fondamentale che il nostro make up deve avere, da un anno a questa parte, è essere no transfer: ciò eviterà che tutto l’impegno che abbiamo messo nel creare il nostro beauty look non sia vanificato in un attimo, finendo appunto.. sulla mascherina!

Make up senza fondotinta

Se te la senti, il modo più semplice di scongiurare “pasticci” di trucco sulla mascherina, è evitare di indossare il fondotinta. Con questa scelta, oltre ad evitare il problema, permetterai anche alla tua pelle di respirare e di fare una pausa dal make up. In questo caso, per far sì che la tua pelle sia perfetta e che il tuo beauty look sia impeccabile una volta tolta la mascherina, devi prenderti cura del tuo viso concentrandoti sulla skin care. Alla solita routine, aggiungi un trattamento in grado di rivitalizzare lo sguardo, combattendo i segni di stanchezza e fatica.

Con una cura della pelle adeguata e costante e con ottimi prodotti, il tuo viso sarà naturalmente luminoso e fresco. Per aggiungere un effetto glow che lasci senza fiato quando abbassi la mascherina, impreziosisci la pelle con i riflessi luminosi di Glow Me, rendendo l’incarnato istantaneamente riposato e pieno di luce.

Prodotti no transfer

Ma se invece proprio non riesci a rinunciare ad un velo di fondotinta, scegli con cura quello adatto a questa situazione, e assicurati che abbia una tenuta impeccabile. Nell’ultimo anno sono diversi i prodotti no transfer proposti dalle case cosmetiche: fondotinta molto resistenti e a prova di mascherina. Una valida alternativa al fondotinta è la BB cream come la Magic Cream di Free Age by 1 Classe: leggera e fresca, eviterà di appesantire la pelle del viso, già costretta dietro la mascherina, e ti regalerà un aspetto naturale senza lasciare traccia.

Una volta individuato il prodotto giusto per creare la tua base, puoi procedere all’applicazione come fai di solito, stai attenta però a far assorbire e asciugare completamente la base trucco prima di indossare la mascherina. Se vuoi migliorare la tenuta del tuo make up, applica un primer come primo step e un velo di cipria trasparente come ultimo passaggio. In commercio esistono anche degli spray fissativi, che hanno la doppia funzione di aumentare la tenuta del trucco e di evitare che macchi le superfici con cui viene a contatto.

Trucco labbra

Anche la ricerca del rossetto o della tinta labbra giusta ha bisogno della stessa attenzione: non è facile trovarne una adeguata a quest’occasione. Per evitare che il rossetto finisca sulla mascherina o peggio ancora, che sbaffi facendoti assomigliare ad un clown, indossalo solo se sei più che sicura che sia no transfer. Altrimenti evitalo del tutto, ma ricordati sempre di idratare bene le labbra con un balsamo apposito o con un burro cacao.

Tutti i segreti per realizzare un trucco monocromatico in rosa

Siamo così abituate a giocare con i contrasti tra colori, che spesso ci dimentichiamo quanto un make up monocromatico possa essere allo stesso modo altamente d’impatto. Il trucco monocromatico è una tendenza make up secondo la quale tutto il beauty look ruota attorno ad un unico colore. Per realizzare un make up monocromatico rosa quindi, dovrai utilizzare questa tinta per truccare gli occhi, le labbra e il viso.

Realizzare un trucco monocromatico rosa perfetto

Il segreto affinché il make up monocromatico rosa sia d’effetto, sta nel trovare la perfetta armonia tra i colori dei prodotti che utilizzerai. Avere a disposizione un rossetto, un ombretto e un blush dello stesso esatto punto di rosa, naturalmente non è una cosa semplicissima, ma non è nemmeno fondamentale.
Affinché il risultato d’insieme sia d’impatto, non dovrai fare altro che utilizzare delle sfumature quanto più simili possibili, e comunque della stessa palette di colori tono su tono. I prodotti All Over, come il Glow Me, rendono decisamente più semplice la realizzazione del trucco monocromatico rosa, o di qualsiasi altro colore.

È chiaro che, più i prodotti che userai saranno simili, più l’impatto visivo sarà forte e scenico. Per questo può essere di grande aiuto utilizzare un prodotto versatile e poliedrico, come Easy Glam. La sua formula 2in1 lo rende un prodotto pratico e veloce, con la doppia valenza di fard liquido e lip gloss. Puoi sfumarlo leggermente anche sulle palpebre, per dare vita ad un trucco occhi della stessa intensità e finitura.

Anche in assenza di un cosmetico polivalente con Easy Glam, il procedimento non cambia: individua un prodotto della tonalità con cui vuoi realizzare il trucco monocromatico rosa (non fa differenza se è un ombretto, un blush o un fard) applicalo sia sulla palpebra che sulle guance. Poi scegli un rossetto dello stesso colore.

Quale sfumatura scegliere?

Quando si realizza un trucco monocromatico con il rosa come tinta dominate, si può dare vita a dei beauty look dal carattere molto differente a seconda della nuance scelta, dosando bene il colore, giocando con le sfumature. Per ottenere un effetto delicato e leggero, scegli il rosa nude: un trucco monocromatico rosa impalpabile e soft come quello che potrai realizzare con questa sfumatura di rosa è perfetto per il giorno e regala al tuo beauty look un effetto acqua e sapone, ma radioso e splendente. Se invece vuoi realizzare un trucco total color dal sapore strong e vibrante ma comunque femminile, scegli una sfumatura di colore più carica; in questo modo otterrai sicuramente un make up più deciso, da sfoggiare di sera, o in occasioni particolati.

Come scegliere la giusta nuance

Il trucco monocromatico rosa è un make up che a seconda dell’intensità e della sfumatura usata può dare vita a un effetto romantico, innocente, regalando freschezza e radiosità al tuo viso.
Per rendere ancora più efficace l’effetto di un make up total pink scegli una nuance che stia bene con il tuo incarnato, per far risaltare la tua bellezza naturale.
Ad esempio se il tuo incarnato è scuro, il rosa matte e tenue è la scelta ideale; se invece hai un incarnato chiaro, scegli tonalità più delicate come il rosa pastello o glicine, che ti daranno un’allure fiabesca. Non dimenticarti di giocare con le finiture: mixa texture opache e metallizzate per intensificare l’effetto del make up.
Se invece con il trucco monocromatico rosa vuoi valorizzare lo sguardo, opta per un rosa caldo se hai gli occhi azzurri o grigi; per un rosa con sottotono violaceo o blu se i tuoi occhi sono verdi, scegli il rosa antico invece per valorizzare gli occhi scuri.

trucco monocromatico rosa

Tutte le tendenze del make up per la primavera 2021

Nonostante il momento complicato, la moda riparte, o almeno ci prova. La prima edizione digitale della Fashion Week milanese si è conclusa da pochissimo, attraverso sfilate online o a porte chiuse. Oltre alle nuove collezioni, come di consuetudine, ci ha svelato le tendenze make up della primavera 2021. Sei curiosa di scoprire quali beauty look ci accompagneranno nei prossimi mesi?

Make up primavera 2021: focus sulla pelle

Il trend predilige beauty look puliti e minimal, da enfatizzare con tanta luce e da personalizzare eventualmente con un accenno di colore.
Tutta l’attenzione quindi ruota attorno all’incarnato, che deve essere fresco e radioso, in una parola.. impeccabile! Il segreto per far risplendere la pelle del viso è una skincare adeguata: pulizia, detersione, idratazione e protezione sono step fondamentali.

La scelta del fondotinta è molto importante: deve essere leggero e impalpabile ed evitare a tutti i costi di appesantire la pelle. Con un prodotto poliedrico e con più funzioni come Skin Veil potrai creare una base make up perfetta e leggera, e allo stesso tempo idratare ulteriormente il viso dopo la skincare, e proteggerlo dai raggi solari. Torna il blush, da usare senza esagerazione, per alzare e riempire gli zigomi e completare l’effetto bonne mine. Utilizza un fard compatto come il Cheeks per un effetto impalpabile e per dare freschezza e colore all’incarnato.

Make up primavera 2021: dai forza al tuo sguardo

Per la primavera 2021 le ciglia devono essere ben definite e foltissime. Le nuove tendenze voglio ciglia esagerate, dalla lunghezza estrema; il tuo alleato per creare un volume grafico ma modulabile è il Mascara XXL. Per rivitalizzare lo sguardo utilizza un ombretto delicato e dalla nuance soft, ma luminoso. Le tinte consigliate sono il panna, il rosa e il pesca; ma anche l’oro, l’argento e il bronzo: le tonalità metallizzate infatti sono perfette per illuminare gli occhi, a patto che siano in versione delicata e tenue.

Make up primavera 2021: il ritorno del rossetto

Anche se spesso nascoste, le labbra vogliono tornare prepotentemente ad essere protagoniste. Nella primavera 2021 la nostra bocca sarà “nuda” davvero di rado.
Nei prossimi mesi infatti, si faranno strada i rossetti colorati. Primo fra tutti il rosso, da sempre la scelta più seducente, affiancato da altre nuances come il bordeaux o il rosa.

E quando non indossi il rossetto? Non dimenticare una generosa passata di Vynil, per regalare alle labbra volume, idratazione e lucentezza. Il lip gloss resta sempre il modo perfetto per completare in maniera più naturale possibile i beauty look puliti e radiosi in voga quest’anno.

Ciglia finte vs Mascara: pro e contro

Nulla intensifica e dona profondità allo sguardo come ciglia lunghissime e folte. I due metodi per avere ciglia ultra lunghe senza ricorrere a trattamenti estetici sono l’applicazione del mascara e delle ciglia finte.

Se ti stai domandando quale scegliere tra i due, sei nel posto giusto! Di seguito troverai tutti i vantaggi e gli svantaggi del mascara e delle ciglia finte.

Ciglia Finte: pro e contro

Se dobbiamo basarci solo sull’aspetto finale, nulla regge il confronto con l’effetto delle ciglia finte. Le ciglia finte infatti sono ultra seducenti e rendono magnetico e spettacolare lo sguardo, ma purtroppo sono accompagnate da alcuni aspetti negativi.

Anche le ciglia finte più leggere sono comunque un peso extra per le nostre palpebre: nessun problema se le indossi qualche ora ogni tanto, ma se il tempo è decisamente di più, le palpebre ne avvertiranno la pesantezza e si indeboliranno, rendendo il tuo sguardo stanco e affaticato. Un effetto indesiderato piuttosto comune è che, durante la rimozione, alcune delle ciglia naturali vengono via con le fake lashes. Meno frequenti, ma comunque presenti sono le possibili infezioni oculari e reazioni allergiche che derivano dall’indossare le ciglia finte.

Dall’altro canto le ciglia finte indubbiamente presentano una serie di vantaggi che non possiamo attribuire anche al mascara. Hanno la capacità di trasformare radicalmente un beauty look, hanno un’allure ultra glamourous, sono disponibili in una grandissima varietà tra cui scegliere (cambiano la lunghezza, l’intensità, le fibre, e accanto ai modelli più classici e portabili ne esistono anche di estrosi e particolari), e fanno letteralmente miracoli per chi ha ciglia corte e sottili.

Mascara: vantaggi e svantaggi

Il mascara resta ancora la soluzione più comunemente adottata dalla maggior parte delle donne. Non ha lo stesso risultato drammatico delle ciglia finte, ma nemmeno tutti gli effetti indesiderati di queste ultime. L’unica nota dolente in questo caso è che può macchiare durante l’applicazione.
L’uso del mascara è così diffuso perché accanto ad un unico (poco rilevante) contro ha tantissimi vantaggi: la sua applicazione è rapida ed estremamente facile. È adatto all’uso quotidiano perché enfatizza le ciglia ma in maniera estremamente naturale.

Anche i mascara non sono tutti uguali: ce ne sono diversi tra cui scegliere, a seconda dell’effetto desiderato. Il mascara volumizzante dona spessore alle ciglia, il mascara allungante le avvolge dalla base regalando lunghezza, il mascara incurvante ha una formula studiata per separare e curvare le ciglia, infine il mascara effetto ciglia finte dona volume e lunghezza estremi, che si avvicinano a quelli delle fake lashes.

Come spesso accade, la soluzione ideale sta nel mezzo: sperimenta tra i vari modelli disponibili e scegli il mascara più adatto a te anche in base all’effetto che desideri per le tue ciglia. Questa opzione è perfetta per il make up di tutti i giorni. Per le occasioni speciali invece, indossa le ciglia finte: l’effetto sarà magnetico e decisamente straordinario e non avrai grossi problemi se le userai con moderazione!

Come usare la matita per le labbra

Tu usi la matita per le labbra? Ho notato che riguardo questo cosmetico noi donne siamo divise a metà: c’è chi la ama e non ne può fare a meno, e chi invece la detesta. Penso che la gran parte delle donne che non usa la matita per le labbra, proprio come me fino a poco fa, probabilmente deve ancora capire il suo potenziale e allo stesso tempo ha paura che indossandola possa risultare volgare.

Vogli aiutarti a scoprire l’enorme utilità della matita per le labbra: oltre alla funzione puramente estetica di definire il contorno della bocca, impedisce al rossetto di sbavare e di fuoriuscire dai contorni da essa disegnati, gli assicura una maggiore tenuta, può essere utilizzata come primer per il rossetto, o anche al suo posto, e può aiutarci a correggere eventuali irregolarità delle nostre labbra.

Come scegliere la matita per le labbra?

Le matite per le labbra ovviamente non sono tutte uguali. Non si differenziano solo per il colore, ma anche per la tipologia di mina. Prima di scegliere una matita per le labbra, chiediti come hai intenzione di utilizzarla.  Se vuoi solamente definire il contorno della bocca, scegli una matita con la mina dura, se invece vuoi riempire tutte le labbra è meglio se ti orienti su una mina morbida e cremosa.

Matita per le labbra: come iniziare

Se sei alle prime armi e non hai un tratto molto preciso, comincia ad utilizzare una matita per le labbra trasparente. Ha le stesse funzioni di quelle colorate, ma essendo priva di pigmento nessuno noterà eventuali imprecisioni nel suo utilizzo.

Appena avrai preso la mano, passa alle nuances del rosa chiaro e del nude: sono le tonalità più simili a quelle della bocca, ed eventuali piccole imperfezioni si noteranno di meno. Il rosso, insieme ai colori più accesi, è sicuramente la tonalità di matita per le labbra con cui bisogna essere più precise, non è ammesso il minimo sbaglio!

Come applicare in maniera corretta la matita per le labbra

Prima di utilizzare la matita per le labbra, assicurati che la tua bocca sia ultra pulita: eventuali tracce di prodotti che contengono oli, come crema o di burro di cacao, potrebbero impedire alla matita di aderire alla bocca e di conseguenza, anche il rossetto che applicherai successivamente sbaverà.

Assicurati che la mina non sia troppo appuntita, poiché sarebbe meno scorrevole. Falla scorrere delicatamente sulla mano per arrotondare un pochino la punta prima di applicarla.

Inizia l’applicazione dall’arco di cupido e poi disegna, uno alla volta, i lati superiori della bocca. Per disegnare il labbro inferiore, fai un piccolo sorriso: il labbro si tenderà quanto basta da scoprire meglio il contorno. In questo caso parti dai lati e unisci le linee al centro.

Come abbinare la matita per le labbra

La soluzione più facile per non fare errori è quella di abbinare ad ogni rossetto la sua matita per le labbra. Certo, avere una matita per le labbra che si abbini perfettamente ad ogni rossetto è impossibile, anche perché a volte trovarla dello stesso identico colore è difficile. Il mio consiglio è di avere sempre nella tua trousse alcune matite per le labbra dai colori universali e versatili.

Non può mancare il nude: simile al colore della tua bocca, potrai usarla con ogni rossetto e quando il rossetto svanirà non avrai uno stacco di colore eccessivo e antiestetico. La seconda tonalità da avere è il rosso, da utilizzare con tutte le tonalità della stessa palette, e come terzo colore sceglierei una tinta scura, magari sul viola, da utilizzare sia con i rossetti scuri, sia sfumata, con dei rossetti leggermente più chiari in modo da creare un bellissimo effetto ombré.

Adesso che hai scoperto tutto il potenziale della matita per le labbra, non ti resta che provarla!

Tutto quello che c’è da sapere sul Microblading

Se gli occhi sono lo specchio dell’anima, le sopracciglia ne sono la cornice. Ecco perché prendercene cura significa automaticamente valorizzare lo sguardo.
La natura non dona a tutte delle arcate sopracciliari dalla forma perfetta, ma basta davvero poco per correggerle, anche in maniera semi-permanente.

Cos’è il Microblading?

Il Microblading è un trattamento estetico grazie al quale una professionista ridisegnerà le tue sopracciglia, servendosi di una lametta con microaghi a battitura manuale. Micro blade, infatti, significa micro lame. Questi piccoli aghi non penetrano a fondo nella pelle, ma creano delle piccole incisioni superficiali, dove poi si andrà a inserire il colore. Con questa lametta si ha la possibilità di disegnare il singolo pelo, tenendo conto anche della stessa direzione di quelli veri: il risultato finale esalta la tua bellezza con un effetto realistico e naturale.

Questa tecnica è l’ideale per chi non ha le sopracciglia folte, o per chi le ha irregolari, per chi ne vuole correggere la forma o semplicemente perché le ha poco definite. Il microblading regala una forma impeccabile e un effetto duraturo: in poche parole le tue sopracciglia saranno perfette senza doverle truccare ogni giorno.

Le differenze tra Microblading e Tatuaggio

A differenza del classico tatuaggio per le sopracciglia, che deposita i pigmenti nel derma, con il microblading il pigmento viene depositato più in superficie. Il risultato così ottenuto è molto più delicato e naturale. Il pigmento tende a sbiadire con il tempo semplicemente a causa del ricambio cutaneo, quindi sono necessari dei ritocchi di solito una volta l’anno. Per svanire completamente il disegno realizzato con il microblading impiega circa tre anni. Questo periodo può variare da persona a persona e dipende da diverse cose, come ad esempio fattori genetici, l’esposizione al sole, l’utilizzo di determinati farmaci. Il fatto che il pigmento sia soggetto a svanire potrebbe sembrare uno svantaggio, ma in realtà è l’esatto contrario: in questo modo con il passare degli anni, e il modificarsi del viso, si potrà cambiare e adeguare alla nuova fisionomia anche il disegno delle sopracciglia.

La tecnica professionale del Microblading

Il mio consiglio è di rivolgerti sempre a persone qualificate, che dopo un’attenta analisi fisionomica, andranno a disegnare le tue sopracciglia in maniera semi-permanente e naturale.

Il trattamento prevede due appuntamenti: la prima seduta è la più lunga, si progettano e si disegnano a mano le sopracciglia tenendo conto dei lineamenti del viso, poi si procede ad una prima battitura del disegno. A distanza di 40/50 giorni è prevista una seconda seduta, per controllare la guarigione, e con una nuova battitura, riempire le zone dove il colore ha avuto meno presa, e definire il disegno. Dopo una settimana circa da una seduta di microblading, le piccole microferite all’interno delle quali è stato depositato il pigmento, formeranno delle crosticine. È molto importante non toglierle e aspettare che vadano via da sole, con una caduta prematura le crosticine porterebbero via con sé anche il pigmento.

Il trucco ideale per lo Smart Working

Suona la sveglia, ti alzi, fai colazione, e dopo una doccia veloce, ti vesti e ti siedi davanti al computer di casa. Nell’ultimo anno lo smart working è diventata una realtà consolidata che è entrata a far parte della tua vita. Spesso il lavoro da casa è accompagnato da riunioni online, che comportano la necessità di dimostrare confidenza in un ambiente familiare.

Se vuoi avere un’immagine professionale positiva e rassicurante, anche attraverso uno schermo, la mattina ritagliati qualche minuto per creare un make up da smart working.

Del resto lo dicono anche gli psicologi: rimanere tutto il giorno in pigiama mina la nostra produttività e non giova di certo al nostro umore. Il trucco smart working ideale è un make up semplice, come realizzarlo te lo spiego passo dopo passo in questo articolo.

Anche se solitamente l’abito non fa il monaco, questo è proprio uno di quei casi in cui il tuo aspetto può trasmettere qualcosa su di te, dimostrando che sai essere professionale e affidabile anche lavorando da casa.

Trucco Smart Working: come realizzarlo

Dopo aver idratato bene la pelle inizia a creare la base: i prodotti che userai sono fondamentali per la riuscita di tutto il make up. In questa fase infatti, dovrai evitare l’effetto lucido sul viso, dovuto alla rifrazione della luce dello schermo. L’ideale sarebbe utilizzare il fondotinta opacizzante Skin Lift; in alternativa, utilizza il solito fondotinta e poi tampona il volto con la cipria, insistendo sul naso, che in video è la prima zona che attrae la luce. Utilizza il correttore fluido Active Tone per perfezionare la base, per attenuare le occhiaie e nascondere eventuali piccole imperfezioni.

Non dimenticare il blush, renderà la tua immagine più positiva. Scegli una tonalità molto scura, vicina al rosso: le colorazioni più tenui non verranno percepite attraverso lo schermo. Se non hai un blush così scuro, puoi sfumare delicatamente con un piumino o con le dita un rossetto o un ombretto sugli zigomi, potresti provare anche con un Easy Glam.

Per dare tridimensionalità allo sguardo, realizza una piccola linea con la matita nera, senza esagerare con lo spessore, proprio in corrispondenza della rima ciliare superiore. Evita l’ombretto che potrebbe stonare in un contesto casalingo; si invece al mascara: dai diverse passate per dare  la giusta enfasi alle tue ciglia.

Non esagerare con il rossetto: sono vietati i toni accesi. Preferisci un colore delicato, che ti valorizzerà senza risultare troppo invadente all’occhio di chi è dall’altra parte dello schermo. Ti consiglio di puntare sui toni del nude, del rosa chiaro, o anche su una texture lucida e idratante come quella di un gloss.

 

trucco smart working

 

 

 

 

 

4 step per sfumare l’ombretto perfettamente

Realizzare una sfumatura perfetta tra ombretti non è una cosa semplicissima, ma non è nemmeno impossibile. È una tecnica usata con molta frequenza e padroneggiarla è solo una questione di pratica e di manualità.

Un trucco occhi ben sfumato rende il make up armonioso e dona profondità e intensità allo sguardo. Al contrario invece, una sfumatura realizzata male può appesantire l’occhio. Proprio per questo affinché il risultato sia d’effetto, il passaggio da un colore ad un altro deve essere quanto più graduale possibile.

1. Scegli il pennello giusto

Quando si tratta di make up, è importante avere a disposizione gli strumenti giusti: procurati un pennello adatto a sfumare gli ombretti. Un buon pennello da sfumatura ha setole morbide, lunghe e poco compatte, e la punta conica con le setole arrotondate.

2. La base prima di tutto

Prima di incorniciare lo sguardo è importante preparare la base del viso, senza dimenticare la zona occhi: se la pelle non è idratata in maniera adeguata, i segni del tempo e le ruchette d’espressione saranno più evidenti.

Prima di applicare l’ombretto, stendi un primer occhi: è un prodotto che può fare la differenza, rende la pelle liscia e aderente. Fissa il make up, esalta i colori ed evita l’accumulo dei prodotti nelle pieghetta delle palpebre.

3. La posizione degli ombretti

Per dare tridimensionalità all’occhio attraverso una sfumatura occorrono almeno due ombretti di diverse tonalità: il colore chiaro si applica all’interno dell’occhio per illuminarlo, mentre il colore scuro si applica attorno all’angolo esterno dell’occhio per creare profondità.

Se hai deciso di applicare più tonalità di colore, parti sempre da quello più chiaro e prosegui poi applicando quelli più scuri. Questa tecnica si chiama gradient proprio perché crea un gradiente di colore partendo dalla nuance più chiara fino ad arrivare a quella più scura. Dopo aver creato la base, inizia a truccare l’occhio stendendo l’ombretto chiaro. Parti dall’angolo interno dell’occhio, e stendilo per un terzo della palpebra. Nella parte centrale della palpebra va il cosiddetto ombretto di transizione, che dovrai sfumare sia verso l’interno che verso la piega dell’occhio. Il colore più scuro va invece sfumato dall’angolo esterno dell’occhio fino al centro della palpebra.

Una volta sfumate le diverse nuance di ombretto, fissale con la cipria per stabilizzare il prodotto e aumentare la tenuta del tuo make up.

4. I movimenti giusti

Per creare una sfumatura perfetta tra due colori, alterna dei movimenti piccoli e circolari ad altri in avanti e indietro. Esercita poca pressione e restringi i movimenti ad una zona limitata. Con i movimenti troppo ampi, invece di ottenere una piccola sfumatura al passaggio da una tonalità all’altra, finiresti soltanto per unire e sovrapporre due colori.

Non preoccuparti se il risultato non ti sembra perfetto da subito, per imparare a sfumare in maniera corretta occorre fare un po’ di pratica.

Adesso che conosci tutti i segreti per sfumare alla perfezione, non ti resta che esercitarti: vedrai che prenderai subito la mano!

Il segreto per una base perfetta con il fondotinta compatto

Le caratteristiche del fondotinta compatto

Il fondotinta è uno dei prodotti che proprio non può mancare nella creazione di una perfetta base per il trucco. È un prodotto in grado di nascondere piccole imperfezioni o cicatrici, e di rendere omogenea e uniforme la pelle del nostro viso. Il fondotinta compatto è un cosmetico molto comodo e pratico da portare sempre con sé per eventuali ritocchi. Solitamente si presenta in un piccolo astuccio, che oltre al fondotinta in sé, racchiude al suo interno una spugnetta ed un piccolo specchietto. Rispetto al fondotinta liquido, garantisce un effetto più coprente e opaco. Inoltre dà la possibilità di definire la coprenza in base alle proprie esigenze.

Solitamente il fondotinta compatto è anche dotato di SPF quindi protegge la pelle dal foto-invecchiamento e può essere utilizzato anche in estate. Il fondotinta compatto Skin Naked di Free Age by 1ª Classe ha un SPF 30, ideale per la protezione quotidiana dal foto-invecchiamento.

A chi è adatto il fondotinta compatto?

Una proprietà molto apprezzata del fondotinta compatto è quella di contrastare la lucidità della pelle: questo prodotto infatti assorbe il sebo in eccesso e rende la pelle opaca più a lungo rispetto al fondotinta liquido o in crema, quindi è l’ideale se hai la pelle grassa o i pori dilatati.

Attenzione però, il fondotinta compatto in polvere non è indicato proprio per tutte! Tieni a mente che le polveri tendono a evidenziare le rughette e i segni d’espressione, quindi se hai la pelle matura meglio preferire un fondotinta compatto in crema.

Come si applica il fondotinta compatto?

Puoi applicare il fondotinta compatto con l’ausilio di una spugnetta in lattice (solitamente una è già inclusa nell’astuccio del fondotinta) o di un pennello. Per ottenere un effetto coprente, utilizza la spugnetta: inumidiscila e preleva una piccola quantità di fondotinta, poi picchiettala con movimenti delicati dal centro del viso verso l’esterno. Per un risultato più vellutato, non bagnare la spugnetta prima di procedere al make up. Se invece desideri un effetto più naturale, usa un pennello possibilmente con setole naturali, che trattengono meglio la polvere. La coprenza in questo caso dipende dai movimenti che effettuerai: picchiettando otterrai un effetto coprente, con movimenti circolari invece il risultato sarà più trasparente.

4 step per la cura perfetta delle labbra

Sempre in primo piano, le labbra hanno un ruolo importante e molto significativo per il nostro viso. Siamo molto attente a valorizzarle e a truccarle nel migliore dei modi, siamo sempre alla ricerca del rossetto perfetto che ne esalti la forma, ma la verità è che il primo passo per sfoggiare labbra meravigliose e sensuali è prendercene cura con costanza e dedizione.

Le labbra infatti sono un’area molto delicata e, a causa delle continue sollecitazioni da cui sono investite, spesso ne risentono.

Soprattutto nel periodo invernale (ma anche durante l’estate), le labbra possono essere sottoposte ad un grande stress, causato dal clima freddo e rigido, e possono pagarne le conseguenze. La cosa più importante da tenere a mente per avere labbra sempre sane e morbide, è che non vanno curate solo quando sono rovinate o screpolate, ma durante tutto l’anno.

La cura costante delle labbra è fondamentale affinché siano sempre al meglio, e prevede pochi semplicissimi step.

Esfoliare

Per permettere un ottimo rinnovo cellulare e mantenere così il tessuto delle tue labbra sempre morbido, è molto utile esfoliarle con uno scrub non aggressivo da massaggiare delicatamente una o due volte a settimana. Con questo step eliminerai la pelle morta e permetterai alle labbra di essere più ricettive durante la prossima fase.

Idratare

Utilizza quotidianamente un balsamo per le labbra: tra i suoi ingredienti ci sono sostanze molto ricche in grado di nutrire in profondità, come oli pregiati e burro di karitè. Tieni sempre un balsamo per le labbra a portata di mano, e utilizzalo più volte al giorno.

Prevenire

Un altro grande alleato è il burro di cacao, che invece è formato da ingredienti in grado di creare una barriera che protegge le labbra dalla disidratazione e dagli agenti atmosferici. Inoltre contiene ingredienti anti-age e idratanti.  L’uso frequente del burro di cacao previene screpolature, taglietti e invecchiamento cutaneo. 

Proteggere

Anche le labbra sono sensibili ai raggi solari, quindi è un’ottima abitudine utilizzare tutto l’anno prodotti che abbiano anche un filtro protettivo. Questa piccola accortezza ti permetterà di preservare la vitalità e la giovinezza delle tue labbra molto a lungo.

Come hai appena potuto constatare, la routine per prenderti cura delle tue labbra è davvero semplice e poco impegnativa. Se avrai cura di ripetere questi quattro step con costanza, noterai da subito che le tue labbra acquisteranno vitalità e turgore, inoltre assicurerai alla tua bocca un aspetto giovane e splendido davvero molto a lungo.

Cosa fare con i cosmetici scaduti?

Ti sei mai chiesta come riconoscere dei cosmetici scaduti? Alterazione dell’odore, colore diverso (anche semplicemente spento, ombreggiato), cambiamento nella consistenza, presenza di grumi o parti rovinate sono alcuni segnali evidenti che un prodotto è scaduto.

Ma spesso riconoscere i cosmetici scaduti non è così semplice: a prima vista sembrano ancora perfetti, e magari li hai usati da poco senza alcun problema, ma individuarli con esattezza è davvero importante, perché possono causare problemi alla pelle.

Come conoscere la scadenza dei cosmetici

L’applicazione di cosmetici scaduti può comportare irritazioni, allergie, ed anche infezioni.

All’origine dei danni che un cosmetico scaduto può causare alla pelle, alle labbra o agli occhi, ci sono i batteri che lo hanno contaminato. Infatti, anche trattando con la massima igiene i nostri prodotti make up, una volta superata la data di scadenza non dovrebbero più essere usati. Su ogni prodotto cosmetico è obbligatoriamente indicato il PAO, acronimo di Period After Opening, cioè la durata di quel prodotto dopo la sua apertura.

Il PAO è rappresentato dentro al simbolo di un barattolo con il coperchio sollevato ed è formato da un numero in cifre seguito dalla lettera M, ovvero i mesi. Il PAO indica con precisione il periodo di efficacia dei conservanti contenuti in quel prodotto; dal momento in cui essi non saranno più efficaci, gli ingredienti inizieranno a degradarsi.

Se sul prodotto non trovi il simbolo del PAO significa che la scadenza è superiore ai 30 mesi, e per legge, in questo caso, può anche non essere riportata sull’etichetta.

Come conservare i cosmetici

Alcuni fattori esterni, come ad esempio il calore, potrebbero interferire e variare le qualità di un prodotto, quindi una buona conservazione può aiutarti a prolungare la vita dei tuoi prodotti cosmetici.

Conservali sempre in un posto fresco evitando soprattutto la luce diretta del sole. Ricordati sempre di chiuderli bene, perché in alcuni casi anche l’aria può andare ad interferire e modificare la loro composizione. Abbi sempre cura di pulire con attenzione tutti gli applicatori, dalle spugnette ai pennelli.

Cosmetici scaduti: dove si buttano?

I cosmetici scaduti, anche quelli liquidi, non devono assolutamente essere buttati nel gabinetto o nel lavandino. Per quanto “piccoli” possono causare danni enormi, in quanto contengono sostanze petrolchimiche.

Quasi sempre sia i cosmetici stessi che i loro packaging sono non riciclabili, quindi vanno buttati nell’indifferenziata. Se invece il packaging è riciclabile, puoi eliminare il trucco residuo e gettarlo nel contenitore dell’indifferenziata, ripulire il contenitore e smaltirlo a seconda del materiale con cui è stato realizzato.

Trend Make Up 2021: ecco tutte le tendenze che ci faranno innamorare

Per noi appassionate di beauty è arrivato il momento di scoprire tutti i trend make up del 2021: sei curiosa di sapere con quali tendenze ci sorprenderà l’anno nuovo?

Di seguito trovi tutte le tendenze trucco che ispireranno i nostri make up quest’anno. Arrivano direttamente dalle passerelle e dai social, che ne sono ormai lo specchio rivelatore, ma ricordati sempre di personalizzare e adattare ogni moda alla tua persona!

Nude look

Siamo state abituate per tantissimo tempo a creare basi perfette, spesso realizzate con più strati, e già lo scorso anno abbiamo iniziato ad assistere a un’inversione di tendenza. L’anno appena iniziato confermerà definitivamente questo cambio di rotta, infatti il trend make up 2021 abbraccia la freschezza e la semplicità dei visi naturali. “Less is more” sarà il mantra che ci guiderà nel realizzare un trucco vedo-non vedo.

Una buona idratazione e un primer sono tutto ciò di cui il viso ha bisogno, ma se proprio non riesci a rinunciare al fondotinta, uniscilo alla crema idratante per ottenere un effetto delicato e leggero, oppure scegline uno molto leggero, effetto seconda pelle, come Second Skin.

Labbra rosse

Quest’anno abbiamo inevitabilmente messo da parte il trucco labbra, e anche se continueremo a indossare la mascherina, con il nuovo anno il rossetto rosso si posiziona prepotentemente in cima alla lista dei must have.

Segno di rivincita, e anche di ottimismo, il rosso torna a tingere di femminilità le labbra, messe in secondo piano troppo a lungo.
Quindi come buon augurio per questo 2021, armati di rossetti a lunga tenuta in tutte le sfumature di rosso che ami di più, dallo scarlatto, al borgogna, al corallo, e divertiti a giocare anche con il finish, alternando rossetti satinati, vinilici e lucidi.

Effetto Glow

Pelle luminosa e incarnato radioso: l’effetto super glowy darà quella marcia in più al nostro trucco nude e semplice in quei giorni in cui vogliamo splendere, rendendo il nostro aspetto sorprendente nella sua naturalezza.

Nel tuo beauty case quindi non possono assolutamente mancare Glow Me All Over per scaldare in maniera naturale l’incarnato e impreziosire la pelle con dei riflessi luminosi; e l’illuminante Active Light da picchiettare nelle zone strategiche del viso per creare dei punti luce.

Occhi in primo piano

Quest’anno il trucco occhi particolare si imporrà tra i trend make up conquistando la nostra attenzione. L’eyeliner è bold, ben marcato, grintoso, dai tratti punk contemporanei, oppure esplosivo, fantasioso e creativo: in ogni caso eccentrico. La tendenza mira a esaltare lo sguardo in maniera non convenzionale, rendendolo protagonista indiscusso del make up.

Per creare il tuo trucco occhi deciso, se opti per la linea “classica” assicurati di marcarla, oppure accompagnala con un secondo tratto di eyeliner sulla rima inferiore, come ad incorniciare l’occhio. Se invece desideri un make up occhi ultra moderno, gioca di fantasia, e sperimenta con l’eyeliner grafico, altro must have del momento.

Trucco occhi nero e oro per un’occasione speciale

Alcune serate sono così importanti, che meritano decisamente un make up sopra le righe. In queste occasioni il vero protagonista del nostro beauty look è lo sguardo, quindi per sfoggiare un aspetto davvero indimenticabile, il segreto è puntare tutto sul trucco occhi.

In queste serate il make up deve essere sicuramente più ricercato del solito. Vuoi sapere come ottenere un effetto elegante e sofisticato? La soluzione per andare a colpo sicuro è scegliere un abbinamento cromatico chic e prezioso come il nero e oro.

L’oro è una nuance brillante e glamour che aggiunge luce e carattere al classico smokey eyes nero.

Questa accoppiata classica, ma sempre d’effetto, si sposa bene e valorizza gli occhi di tutti i colori, specialmente quelli castani, di cui esalta le sfumature in maniera davvero particolare.

Come realizzare il make up occhi nero e oro

Creare un trucco occhi nero e oro non è affatto complicato: bastano pochi semplici passaggi per dare vita ad un beauty look molto intenso.

L’ombretto dorato va applicato sui tre quarti della palpebra, mentre quello nero sull’angolo esterno dell’occhio, e leggermente al di fuori, in modo da allungare visivamente l’occhio. Grazie a questa disposizione delle due nuance, la lucentezza dell’ombretto dorato illuminerà lo sguardo, mentre l’intensità dell’ombretto nero gli darà profondità.

Con l’aiuto di un pennellino sfuma i due colori fino a fonderli: lo stacco tra le due tinte non deve risultare netto; nero e oro devono incontrarsi e amalgamarsi.

L’effetto di uno smokey nero e oro è magnetico e basterà qualche passata decisa di mascara allungante per ottenere uno sguardo profondo con una nota decisamente chic. Se desideri un effetto ancora più deciso puoi disegnare una linea di eye-liner.

Per ottenere un look scintillante aggiungi un tocco di glitter oro, da applicare nella zona interna illuminata già dall’ombretto chiaro.

Come completare il trucco occhi nero e oro

Un trucco occhi nero e oro è di per sé molto appariscente, quindi è preferibile evitare di completarlo con scelte altrettanto vistose. L’ideale è utilizzare poco make up sul resto del viso ed evitare di caricare le labbra. Un’ottima soluzione per completare il beauty look realizzato è un trucco nude e delicato che non vada ad appesantire il viso.

Sulle labbra evita quindi tinte troppo decise o i colori pastello che stonerebbero decisamente con il make up occhi nero e oro; basta un velo di gloss per valorizzarle, o un lucidalabbra leggermente colorato nella tonalità pesca o rosa.

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perderti nessun aggiornamento!

Inserisci la tua email

Freeage by 1 classe